Ai figli 3

Vorrei accompagnarti ovunque. Essere con te, sempre. Essere il tuo sempre. Essere il tempo, per preservarti da me. So che non sarà così. Non lo è neppure adesso. Ci sono già pause, nel mio essere per te. Accade per via del fatto, evidente, che non coincidiamo.  Eppure ci sarò. Come ora ci sono. Ci sarò  come le stelle remote, abbastanza lontane da apparire immortali. Sai, vorrei avere le spalle larghe abbastanza da condurre la mia accidia, sostenere i miei errori, essere il tuo esempio – in ogni tempo. Chissà che ne sarà dei miei propositi. So solo che non v’è esempio migliore dell’esperienza. Faremo esperienze. Ne facciamo ogni giorno. Cammino ostinato, con te, per questo. Perché non potrei far nulla di meglio, con te, di quel che amo e so fare per me.  Per questo cammini con me. Per questo cammino con te. Pronto a seguirti col passo che darai alle tue scelte. Posso solo esserci. Potrei non esserci. Ma non sarebbe per mia volontà. Giovanni Bongo